Quali accessori auto scegliere?

Gli accessori auto indispensabili.

Quali sono gli accessori obbligatori per legge e quali i più utili?

Accessori auto strettamente indispensabili

Il più delle volte, chi acquista un’auto nuova, deve procurarsi da solo anche i necessari accessori. Non tutti gli accessori auto indispensabili, infatti, sono già inclusi nella dotazione di serie. Anche chi possiede un’auto da parecchio tempo farebbe bene, di tanto in tanto, a verificare le dotazioni utili che mancano ancora a bordo. Ecco un paio di gadget indispensabili che potrebbero tornare molto utili in situazioni d’impasse.

Contenuto

Accessori auto obbligatori per legge

In Svizzera è obbligatorio per legge tenere a bordo un triangolo d’emergenza. Il posizionamento del triangolo è una delle prime operazioni da attuare in caso di panne o di incidente. Serve ad allertare gli altri automobilisti sulla propria presenza, evitando possibili impatti. Per andare sul sicuro in caso di emergenza, il triangolo va collocato ad almeno 50 metri dal punto nel quale si trova l’auto in panne; su strade a scorrimento veloce anche a 100 metri.

In Svizzera non esiste l’obbligo di tenere in auto un kit di primo soccorso. Esiste però quello di soccorrere eventuali persone rimaste ferite in un incidente. Ecco perché è vivamente consigliato tenere in auto un piccolo kit di primo soccorso. Un kit di primo soccorso contiene solitamente l’indispensabile per prestare i primi soccorsi e, in abbinamento a una guida di pronto intervento, fornisce più sicurezza nel caso in cui la situazione sia seria. Anche il gilet catarifrangente non è obbligatorio in Svizzera, ma caldamente consigliato per tutti i passeggeri, che possono così segnalare la propria presenza quando, a causa di un incidente o di un guasto, sono costretti a sostare su una strada molto trafficata.

 

Quali accessori auto tornano utili in caso di panne?

Ci sono oggetti che non possono mancare a bordo. Altri, invece, che sarebbe consigliabile avere per reagire prontamente a eventuali panne. Ecco una lista di quelli che non possono mancare in auto:

  • Ruota di scorta (se presente ) e cric
  • Se la ruota di scorta non è prevista, come accade molto frequentemente oggi, visto che sempre più costruttori preferiscono il meno ingombrante ruotino di emergenza, potete utilizzare in alternativa uno spray antiforatura in dotazione anche nei kit di riparazione pneumatici (materiale di riempimento antiforatura, composto schiumoso).
  • Torcia o lampada frontale per il cambio gomme durante la notte
  • Set di attrezzi di base con chiave per dadi ruota
  • Fune di rimorchio che dovrebbe essere provvista di bandierina di segnalazione rossa
  • Cavi di avviamento
  • Guanti di protezione per lavori nel vano motore
  • Olio di riserva (un’auto consuma mediamente 1 litro d’olio circa ogni 1.000 km)
  • Tanica di carburante
  • Lampadine di riserva, nel caso in cui le sappiate cambiare autonomamente
  • Estintore (obbligatorio in alcuni paesi)

Ben equipaggiati per ogni evenienza: accessori auto per ogni stagione

Calura, gelo, code: quando si affrontano lunghi spostamenti in auto bisogna essere equipaggiati di tutto punto per non farsi cogliere impreparati sulla strada da possibili situazioni estreme. In Svizzera, per esempio, gli pneumatici invernali non sono obbligatori, ma praticamente quasi indispensabili nelle zone montane innevate. Altri accessori auto supplementari che si consiglia di avere sempre a bordo sono:

Viaggi all’estero. Accessori indispensabili in auto

Paese che vai, legge che trovi. Tanti utili e pratici accessori auto che in Svizzera sono solo consigliati, sono invece obbligatori per legge in altri Paesi. In Germania, per esempio, la legge impone di tenere in auto cassetta di pronto soccorso e gilet catarifrangente; in Danimarca è obbligatorio l’estintore e in Croazia un kit di lampadine di ricambio. In alcuni paesi i triangoli di emergenza obbligatori in auto sono addirittura due. Prima di recarsi all’estero in auto è opportuno informarsi bene sulle normative vigenti. Si eviterà così di incorrere in spiacevoli sanzioni.

Buono a sapersi: ricordarsi di applicare l’autoadesivo CH se si ha intenzione di espatriare. All’estero è obbligatorio in quanto lo stemma svizzero sulle targhe svizzere non è riconosciuto come sigla distintiva del paese come per esempio la «D» per la Germania o la «F» per la Francia. Gli autoadesivi CH vanno applicati sulla parte posteriore della vettura.

Disdetta avvenuta.