Quale terriccio è migliore

Quello per fiori o quello per piante? L’offerta è molto ampia.

Scoprite qui cosa contraddistingue un buon terriccio per fiori.

Terriccio per fiori: tutto quello che c’è da sapere su un buon terriccio

Cosa contraddistingue un buon terriccio per fiori? Quale terriccio è più indicato? Quello per piante o quello per fiori? Per una crescita ottimale delle vostre piante è importante scegliere il terriccio adatto. La composizione di tanti terricci economici è poco indicata e le vostre piante non ricevono le sostanze necessarie e si ammalano. Scoprite qui cosa contraddistingue un terriccio di buona qualità e tante altre informazioni utili in merito. 

Contenuto

Un buon terriccio per fiori: quali sono le sue caratteristiche?

Le piante vanno trattate in primavera con terriccio per fiori fresco per migliorarne le condizioni e la crescita. Un terriccio di pregiata qualità è altrettanto importante quanto una buona irrigazione e una sufficiente quantità di luce. Il mancato rinnovo del terriccio può trasmettere parassiti e malattie alle piante nuove. La domanda è: quale terriccio per fiori scegliere? Ce ne sono tanti in qualità diverse.

Un buon terriccio per fiori si contraddistingue per l’elevato contenuto di humus: questo assicura un buon immagazzinaggio delle sostanze nutritive. L’humus favorisce anche un’aerazione ideale delle piante. A tutela dell'ambiente è consigliabile utilizzare un terriccio senza torba dato che l’estrazione della torba comporta notevoli problemi ambientali. Un terriccio per fiori di pregiata qualità si riconosce dalla morbidezza e dall’assenza di grumi durante l’annaffiatura. Se il terriccio al momento dell'irrigazione forma grumi, sulla superficie si crea una crosta. In questo caso avete a che fare con un terriccio di qualità inferiore.

Un buon terriccio per fiori è composto da argilla, fibre di legno, sale, compost e concimi. Il compost contiene un’elevata quantità di potassio, fosforo e humus. Tutti questi ingredienti contribuiscono a una crescita rigogliosa delle piante. Consiglio: più la percentuale di compost è elevata migliore è il terriccio. La funzione dell’argilla è quella di immagazzinare le sostanze nutritive: quindi anche l'argilla è indispensabile per un buon apporto di nutrienti. Qual è la funzione delle fibre in legno? Queste rendono il terreno morbido e allo stesso tempo leggermente secco e ruvido, caratteristiche importanti per l’aerazione delle vostre piante. Un terriccio troppo compatto compromette l’aerazione delle radici. Da Coop la sostenibilità riveste un ruolo importante: i terricci da noi offerti vengono arricchiti di materie prime controllate, rinnovabili e naturali - come ad esempio rifiuti organici o pacciame di corteccia. Le materie prime provengono da agricoltura e selvicoltura svizzera. Nel nostro assortimento potete trovare anche terricci con utili surrogati di torba; nel caso di alcune piante, come ad esempio quelle da brughiera, è inopportuno rinunciare alla torba e/o ai suoi surrogati. 

La differenza tra terriccio per fiori e terriccio per piante

Quale scegliere, quello per piante o quello per fiori? Molti appassionati di giardinaggio si chiedono qual è la differenza per la messa a dimora delle piante. Spesso non è chiaro se il terriccio per piante è adatto anche per le piante da appartamento o se il terriccio per fiori in effetti è adatto soltanto per fiori. Dinnanzi all’ampia offerta nei centri di giardinaggio la confusione è grande. La denominazione è diversa ma non definisce chiaramente per quali piante si adatta un terriccio specifico.

Il nome del terriccio sottostà al produttore perché non esistono regolamentazioni fisse per quanto riguarda la composizione: tra il terriccio per fiori e quello per piante non esiste una vera e propria differenza. I terricci per fiori si distinguono sostanzialmente nella loro composizione. Al momento dell’acquisto fare attenzione all’utilizzo dichiarato chiaramente sulla confezione: esistono tra l’altro terricci speciali per bacche, detti ad esempio terriccio per bacche. Lo stesso vale anche per le rose e le altre piante. 

Il terriccio speciale è il miglior terriccio per fiori?

Nel commercio specializzato oltre al terriccio per piante tradizionale esistono anche terricci speciali particolarmente indicati per alcune piante. In effetti, il terriccio speciale può offrire vantaggi. Se desiderate piantare bonsai, agrumi o rododendro, conviene acquistare del terriccio speciale che risponde meglio alle esigenze delle singole piante. Anche per le piantine trovate del terriccio speciale che supporta nel miglior modo possibile le piante ancora giovani e delicate. Da tenere presente che i terricci speciali sono adatti esclusivamente per le piante indicate - per altre sono del tutto inappropriati, in alcuni casi addirittura nocivi. Inoltre, si possono anche piantare alcune varietà speciali in un buon terriccio per fiori normale e arricchirlo con terriccio speciale. Quindi informatevi bene prima della messa a dimora in merito alle vostre piante e alle loro esigenze. Assicurarsi sempre che il terriccio speciale sia una buona alternativa al terriccio per fiori, anche perché si contraddistingue notevolmente non soltanto per la sua composizione ma anche per il prezzo. 

Disdetta avvenuta.