Quale tipo di frutta è adatta per il balcone?

Coltivare un albero di melo in un vaso?

Ecco come coltivare con successo la frutta sul balcone.

Frutta sul balcone: quale frutta è adatta per il balcone?

Gli amanti del giardinaggio possono rallegrarsi di frutta fresca coltivata in proprio anche senza giardino. Perché esistono tante varietà che crescono bene anche in vasi e fioriere. Scoprite qui quale frutta è adatta per il balcone e a quale condizioni il raccolto sarà ottimale.

Contenuto

Coltivare frutta sul balcone: le nozioni di base

La coltivazione di frutta nel vaso non è un’innovazione. Già nel 18mo secondo i nobili coltivavano la frutta in vasi per poterla raccogliere direttamente dalla tavola imbandita. E anche oggi chi coltiva la frutta in vasi e fioriere sul balcone, d’estate può gustarla in grandi quantità. Cosa vi serve?

  • A seconda del tipo di pianta, una fioriera o un grande vaso di almeno 20 cm di diametro e una capacità adatta alla crescita della pianta. Indispensabili in ambedue i contenitori sono i fori di scolo per l'acqua.
  • La frutta richiede tanta luce. Sono ideali fino a 6 ore di sole al giorno. Su un balcone orientato verso sud occorre però fare attenzione: un’esposizione prolungata delle piante ai raggi del sole può comportare siccità. In questo caso sono utili diverse soluzioni per ombreggiare.
  • Le piante da frutto hanno bisogno di tanta acqua. Per questo è consigliabile annaffiarle spesso, preferibilmente la mattina presto o in mattinata per permettere alle piante di assimilarla direttamente. L’annaffiatura serale comporta un terriccio umido e quindi un’infestazione da funghi.
  • La frutta necessita per la crescita oltre all'acqua anche di tante sostanze nutritive. Per questo è ideale un substrato per piante che riesce ad immagazzinare bene l'acqua e le sostanze nutritive. Il tipo di terriccio necessario nel vaso dipende dalle piante. Per le piante da frutto ad esempio è maggiormente indicato un substrato con argilla espansa. Di regola, per le piante utili si consiglia un terriccio bio preparato con concime ad azione lenta ecologico. Per la concimazione periodica vi consigliamo l’impiego di compost maturo come concime organico.

Fioriera o vaso: quale tipo di frutta è adatto per il balcone?

Sul balcone è possibile coltivare tantissime varietà di frutta con un minimo sforzo. Le fragole sono la varietà più amata e facile da curare. Sia nel vaso che nella fioriera: alla frutta basta una posizione soleggiata per una buona crescita e spazio a sufficienza in un terriccio ricco di humus e leggero. Coltivare le piante giovani ad una distanza di 30 cm nel terriccio e garantire una buona risorsa idrica. Di regola, non sono necessarie ulteriori cure e per questo detta frutta è molto amata soprattutto dai principianti.

Per la coltivazione sul balcone sono particolarmente adatte le fragole rampicanti o le fragole di bosco che possono essere raccolte durante l’intera stagione di giardinaggio. Al posto delle giovani piante è anche possibile seminare semi di fragola. Farli pregermogliare in un contenitore ricoperto con pellicola trasparente con terriccio da semina prima di esporli direttamente al sole.

Oltre alle fragole anche i lamponi, ribes, uva spina e mirtilli sono adatti per la coltivazione nel vaso o nella fioriera. Tutto ciò è possibile grazie alle varietà speciali che rimangono relativamente piccole. Però ogni tipo di frutta ha esigenze diverse. I mirtilli ad esempio hanno bisogno di meno luce ma di un terriccio più acido.

Mele, pere, ciliegie, prugne o susine di proprio raccolto? Anche questo tipo di frutta può crescere sul balcone. Speciali vivai offrono mini coltivazioni di varietà di alberi da frutto che grazie alla loro piccola crescita e resistenza si addicono a una coltivazione nel vaso. Sui balconi orientati verso sud è possibile coltivare addirittura frutta meridionale come kiwi, limoni e arance. Gli alberi da frutto richiedono però una particolare attenzione. Sono indispensabili irrigazione, concimazione e un controllo continuo dei parassiti. In inverno, occorre proteggere i piccoli alberelli dal freddo. È preferibile lo svernamento in una posizione ben protetta in giardino. Chi non possiede un giardino può proteggerli con tessuto non tessuto nonché una pellicola e conservarli in una zona ombreggiata sicura vicino a una parete.

Consiglio: è possibile coltivare la frutta sul balcone anche in combinazione con piante da balcone decorative. La lobularia marittima e l’asterisco marittimo sono le varietà più adatte visto che rimangono piccole e non ostacolano la crescita della frutta.

Per balconi grandi: cosa si intende con piante da frutto colonnari?

Alla domanda quale pianta (utile) scegliere per il balcone spesso si consigliano le piante da frutto colonnari. Si tratta di alberelli da frutto a crescita affusolata, raffinati in vivai su supporti a crescita rapida essendo quindi adatti per la coltivazione in vasi e fioriere. Dato che gli alberi possono raggiungere un’altezza max. di 2 m sono particolarmente adatti per balconi grandi o terrazzi sul tetto. Sono poche le varietà di frutta che di natura hanno una crescita affusolata e per questo occorre curarle con l’apposita potatura. I germogli laterali vanno tagliati a seconda della varietà di frutta direttamente sul fusto o a una lunghezza di 10 a 15 cm, come nel caso del pero o del ciliegio colonnari.

Gli alberi da frutto colonnari sono facili da curare e produttivi. Se piantati in un vaso grande, con una capacità minima di 40 l, in un mix di terriccio e composto leggero, ricevono costantemente sostanze nutritive e umidità e devono essere rinvasati soltanto ogni 5 anni circa. Un’irrigazione e una concimazione regolari permettono un raccolto già dopo due anni. Gli alberi da frutto colonnari sono però anche noti per i raccolti variabili. Se in un anno il raccolto è stato molto ricco, può succedere che l'anno successivo l’alberello non porta nessun frutto. Come prevenzione consigliamo ai giardinieri di non far maturare più di 30 frutti all’anno e di eliminare il resto inizio estate.

Mele, pere, ciliegie, albicocche, prugne o kiwi: gli alberi da frutto colonnari fanno avverare il sogno di possedere un albero da frutto proprio anche senza giardino.

Altri consigli sull’argomento

Disdetta avvenuta.