vai a coop.ch

Ritiro gratuito

Spedizione postale gratuita a partire da fr. 75.-

Diritto di restituzione di 30 giorni

Minimo 2 anni di garanzia

Grigliate sul balcone

Rispetto per i vicini

Consigli utili per grigliare sul balcone.

Grigliare sul balcone - quando è concesso?

Tra gli inquilini di appartamenti in affitto ci sono tanti appassionati di grill e alcuni balconi sono adatti alle grigliate. Ma è permesso grigliare sul balcone di un appartamento in affitto? Il fumo di un grill a carbonella può raggiungere velocemente gli appartamenti confinanti. Vi sveliamo a cosa fare attenzione per evitare discussioni con i vicini. 

Contenuto

Disposizioni legali: quando è permesso grigliare sul balcone di un appartamento in affitto?

Con l’alzarsi delle temperature inizia la stagione delle salsiccette, bistecche e verdura alla griglia. Le grigliate in compagnia sono molto apprezzate, soprattutto d’estate, un piacere non riservato esclusivamente ai proprietari di una casa propria. Chi non possiede un giardino può organizzarsi sul balcone. Ma è permesso grigliare sul balcone di un appartamento in affitto?

Sì, in base alle disposizioni in materia di locazione le grigliate sul balcone fondamentalmente sono permesse, con il grill elettrico e a gas nonché con quello a carbonella. Secondo l’Associazione Svizzera Inquilini un divieto per grigliate generale sul balcone è inammissibile dato che la legislazione non può intervenire troppo nella vita privata degli inquilini. L’importante è il rispetto degli altri. Le grigliate sul balcone sono ammesse, ma sempre nella misura adeguata e in modo da non infastidire i vicini. Si può quindi grigliare sul balcone limitando al massimo l’emissione di fumo. Per non correre rischi, per le grigliate sul balcone è consigliato l’uso di un grill a gas o elettrico.

Grigliate sul balcone vietate: che cosa dice il contratto di locazione?

Indipendentemente dal diritto di locazione generale, il locatore può riservarsi di stabilire un divieto di grigliate nel contratto di locazione. Un divieto o un ordine di questo tipo deve essere dall’inizio parte integrante del contratto e non può essere aggiunto in un secondo momento. Tranne nel caso che l’inquilino accetta espressamente la modifica di contratto. Il non rispetto del divieto di grigliate da parte dell’inquilino può comportare una diffida e nella peggiore ipotesi una disdetta del contratto di locazione.

Quindi, prima di organizzare una grigliata con gli amici, vi conviene leggere attentamente il contratto di locazione per evitare brutte sorprese. Lo stesso vale per le grigliate in giardini non assegnati a un appartamento specifico. Dato che le superfici comuni di questo tipo possono essere utilizzate da tutti gli inquilini, è consigliabile mettersi prima d’accordo con i vicini. Anche in questo caso il locatore può imporre le sue regole.

Rispetto del riposo notturno dopo le ore 22

Si deve anche osservare il riposo notturno legale. Anche se le grigliate sono ammesse sul vostro balcone, di regola, a seconda del Cantone, il tutto deve concludersi entro le ore 22. A quell’ora, gli ospiti devono accomodarsi in casa per continuare i festeggiamenti a un volume moderato.

Inoltre, siete tenuti a controllare che il grill e/o la carbonella siano spenti e che non ci sia pericolo dovuto alla formazione di scintille o a pezzi di carbone ardenti. Il tutto vale sia per le grigliate sul balcone che nel giardino della propria casa.

Grigliate senza fumo sul balcone: alcuni consigli

Quello che può dare più fastidio, mentre si griglia sul balcone, è il fumo che può raggiungere anche gli appartamenti dei vicini. Il grill a carbonella di regola è quello che emana la maggior quantità di fumo. Per questo per il balcone consigliamo l’impiego di grill verticali, grill elettrici o anche cosiddetti grill da tavolo - quest’ultimi funzionano con carbone, ma sono dotati di arieggiatori elettrici a batteria.

Pensate che si può grigliare alla perfezione soltanto con la carbonella? Ecco alcuni consigli per minimizzare la formazione di fumo fastidioso anche dei grill a carbonella:

  • Impiego parsimonioso dell’accendifuoco.
  • Utilizzare soltanto legna secca per evitare una formazione eccessiva di fumo.
  • Non bruciare i rifiuti per impedire lo sviluppo di vapori.
  • Girare la carne con una pinza e non bucherellarla con una forchetta per evitare che i succhi sgocciolino nella brace formando del fumo.
  • Utilizzare fogli di carta d'alluminio o leccarde, per non far gocciolare l’olio e la marinata nella brace.
  • Anche se si desidera esaltare il gusto della carne, non bagnare la carne con la birra, così eviterete che la cenere voli via.

Rispettate i vostri vicini collocando il grill in modo da non far arrivare loro direttamente il fumo. Questi ve ne saranno grati e vi concederanno sicuramente qualche grigliata all’anno.

Se i vicini reclamano

Ma cosa succede se i vicini si sentono infastiditi dalle vostre grigliate sul balcone nonostante tutti gli accorgimenti? O se voi stessi non sopportate più le grigliate del vostro vicino sul balcone? Ogni inquilino ha la possibilità di lamentarsi presso l'amministrazione dell’immobile. Questa può espressamente esigere dall’inquilino di fare più attenzione. L’inosservanza del richiamo da parte dell’inquilino può comportare una diffida. In presenza di infrazioni ripetute e di un turbamento continuo della pace domestica, in casi estremi, il locatore può addirittura disdire il contratto di locazione senza preavviso.

Di regola, il tutto non dovrebbe accadere. Parlate con i vostri vicini, invitateli alla vostra grigliata oppure offrite loro una prelibatezza alla griglia. Se ambedue le parti sono comprensive nella maggior parte dei casi è possibile trovare una soluzione.