Posa di doghe per terrazze

Una ventata di vacanza in casa

Trasformate la terrazza in un'oasi di benessere.

Posa di doghe per terrazze

La terrazza è il luogo d'incontro ideale per trascorrere piacevoli momenti in buona compagnia, organizzare scoppiettanti grigliate o rilassarsi distesi al sole. In giardino come in balcone, vi basterà posare delle doghe per terrazze per sentirvi in vacanza. Qui, prima di procedere alla progettazione della vostra nuova terrazza, potete informarvi sui vari tipi di rivestimenti, metodi di fissaggio e costruzione delle fondamenta.

Contenuto

Vari tipi di rivestimenti

In commercio si trovano molti tipi di doghe per terrazze in legno. A distinguerli l'uno dall'altro sono non da ultimo l'aspetto, il peso, la longevità del materiale, il contenuto di resina e la durezza. Scegliete il rivestimento che fa per voi tenendo conto dell'intensità delle sollecitazioni a cui verrà sottoposto come pure degli agenti atmosferici. Se la terrazza è esposta a intense sollecitazioni o non è coperta (è il caso, ad es., delle superfici lungo le piscine) vi consigliamo un rivestimento duro ed estremamente resistente. Per quanto riguarda invece gli angoli relax coperti, meno esposti a vento e intemperie, potete scegliere una varietà di legno piuttosto tenera di provenienza svizzera.

Il WPC in breve

Le nuove doghe per terrazze in WPC nascono dal connubio di materiale naturale e tecnologia d'avanguardia. Sono costituite da fibre di legno e materiale sintetico termoplastico ed ecologico e si prestano soprattutto – ma non solo – per il rivestimento di zone in cui è previsto il calpestio a piedi nudi.

Fissaggio delle doghe per terrazze

Le doghe per terrazze si posano in modo veloce e semplice. Vanno tuttavia osservate alcune regole fondamentali. Affinché possiate godervi a lungo la terrazza è bene che questa abbia solide fondamenta e che siano garantiti una ventilazione sufficiente e un buon drenaggio.

A seconda del tipo di rivestimento, esistono diversi metodi di fissaggio delle doghe alla sottostruttura:

  • A vite
  • Con clip o con sistema di fissaggio

Tipi di costruzione delle fondamenta

Affinché il rivestimento si mantenga bello nel tempo occorre che poggi su una solida base. La scelta del tipo di fondamenta più adatto va operata tenendo conto del luogo in cui verranno posate le doghe (giardino o balcone). Vale a tal proposito la pena di dedicare alla progettazione tutto il tempo necessario.

Pietrisco, ghiaia calcarea o fondamenta di calcestruzzo sono la base ideale per la sottostruttura.  Particolarmente collaudati sono i seguenti tre tipi di costruzioni:

  • Terrazza su lastre per giardino
  • Terrazza su fondamenta di calcestruzzo
  • Terrazza su pali

Si possono naturalmente prendere in considerazione anche altri tipi di costruzioni o combinazioni dei tipi di costruzioni indicati qui sopra.

Fissaggio di grigliati e doghe in WPC 

I pavimenti a griglia e le doghe in WPC sono particolarmente adatti per la posa su una base solida di calcestruzzo o ghiaia, ad esempio su un balcone. In questo caso per il fissaggio non occorre alcuna sottostruttura. I pavimenti a griglia vengono avvitati direttamente uno con l’altro, le doghe in WPC semplicemente incastrate con una lieve pressione.

Consigli e suggerimenti in sintesi

  • Ricordate di acquistare un'adeguata quantità di materiale di riserva (tornerà ad es. utile per eventuali migliorie o qualora commettiate errori nel tagliare il materiale).
  • Ordinate il materiale già in anticipo nel vostro centro Edile+Hobby.
  • Prestate particolare attenzione alla costruzione delle fondamenta.
  • Onde evitare ristagni d'acqua ponete sempre una base di gomma sotto la sottostruttura.
  • Osservate l'altezza complessiva del pavimento rispetto alla porta del balcone o all'altezza della ringhiera.
  • Fissaggio a vite: utilizzate sempre viti a scomparsa e preparate i fori in anticipo (diametro da 0,5 a 1,0 mm più piccolo rispetto a quello della vite).
  • Non posate mai le doghe direttamente sulle fondamenta, ma sempre solo su una sottostruttura.
  • Lo spazio tra le doghe asciutte deve essere sempre di almeno 5 mm.
  • Posate le doghe con una scanalatura sempre in direzione del flusso dell'acqua con una pendenza di ca. 1,5 cm/m.
  • Scegliete per la sottostruttura sempre una varietà di legno dura e resistente almeno come il rivestimento utilizzato.

Disdetta avvenuta.