La cura del terrazzo

Pulizia e cura di un terrazzo in legno

Scoprite qui come fare.

Cura del terrazzo: come fare per farlo rimanere più bello e più a lungo

Un terrazzo in legno rappresenta per tanti la prima scelta - non c’è da sorprendersi visto che il legno ha un aspetto caldo e naturale. Però rispetto alle piastrelle e alle pietre, un terrazzo in legno richiede una maggiore cura e pulizia - occorre osservare alcune regole. È necessario oliare un terrazzo dopo la pioggia e questo deve prima essere completamente asciutto? Scoprite qui come curare in modo ottimale il vostro terrazzo in legno per farlo rimanere più bello e più a lungo.

 

Contenuto

Pulizia e cura del vostro terrazzo: iniziamo con l’essenziale

Il legno è un materiale vivo: proprio per questo è molto amato dagli appassionati dei terrazzi. Il tutto significa però anche che il legno si trasforma con il tempo – si sviluppa una patina dato che è esposto tutto l'anno agli agenti atmosferici. I raggi UV scolorano il legno; pioggia e neve penetrano nelle fibre facendole gonfiare. Per garantire un terrazzo in legno bello nel tempo, occorre prestare massima attenzione alla pulizia e cure appropriate.

Iniziare con la pulizia, prima dell’applicazione di un prodotto specifico per la cura. Spazzare lo sporco grossolano con una scopa. Si è formato del muschio? Rimuoverlo con un prodotto specifico per la rimozione della patina verde per permettere al trattamento di penetrare in modo uniforme. È importante non utilizzare per la pulizia spazzole troppo aggressive perché potrebbero danneggiare il legno - vi consigliamo ad esempio una spazzola a setole dure, ideale per la rimozione dello sporco ostinato. È adatta anche un’idropulitrice. Occorre lavorare però con massima cautela. Impostare una pressione bassa, perché se è troppo elevata può succedere che singole fibre di legno si sollevino. Il risultato: la superficie in legno diventa irregolare e più rapidamente grigia. Le conifere sono particolarmente delicate: per evitare brutte sorprese, è consigliabile l’utilizzo di una sola spazzola. Il legno tropicale e il termolegno sono più resistenti.

A proposito: il terrazzo va pulito anche in occasione di un trasloco per lasciarlo bello pulito anche al prossimo inquilino. Importante: non trattare il terrazzo in legno mai con prodotti detergenti: gli acidi presenti attaccherebbero il legno stressandolo ulteriormente. Se necessario, vi consigliamo una pulizia con acqua e sapone. Non dimenticare di levigare una volta il vostro terrazzo per far penetrare meglio l’olio.

Portate a termine la pulizia e la levigatura, si può procedere con la cura. Il terrazzo in legno deve essere completamente asciutto prima di iniziare il trattamento con l’olio, altrimenti il prodotto non può penetrare e non raggiunge il suo scopo. Per questo non è consigliabile oliare il terrazzo subito dopo una pioggia. Scegliere quindi un periodo senza pioggia. Lasciar asciugare il legno completamente prima di applicare i prodotti speciali per la cura.

Cura del terrazzo: con quale frequenza oliare e quale prodotto usare?

Rinunciando a una cura appropriata per il legno, il materiale con il tempo diventa grigio e ruvido. A qualcuno piace questo aspetto naturale e rinuncia quindi alla cura del legno. Se non siete però un amante della patina naturale, vi consigliamo di oliare il vostro terrazzo in legno due volte l’anno. Il periodo adatto è la primavera per far riprendere il legno dal gelo e dall’umidità invernale e per prepararlo in modo ottimale all’intensa irradiazione solare in estate, nonché l’autunno prima che le temperature raggiungano nuovamente valori vicino allo zero. Gli speciali prodotti a base d’olio contengono sostanze che prevengono il materiale da insetti, muffa e marcescenza e conservano il colore naturale del legno. Gli oli per terrazzo proteggono anche dai raggi UV e dall’umidità.

Il tipo di olio necessario dipende dalla varietà di legno. Sulla confezione si trovano le indicazioni di utilizzo e la varietà di legno consigliata - alcuni sono particolarmente indicati per legno tropicale, altri invece per le conifere. Quest’ultime sono ad esempio più soggette agli attacchi fungini e vanno quindi trattate con un prodotto specifico che previene la marcescenza. È importante acquistare l’olio per terrazzi perché le convenzionali velature protettive per legno non penetrano sufficientemente in profondità e non reggono a lungo. L’olio va applicato semplicemente con un pennello o un rullo. Distribuire il prodotto in modo uniforme - è sufficiente applicare uno strato sottile. Quindi eliminare l’olio in eccesso con un panno.

Avete applicato una quantità eccessiva d’olio? In questo caso la pavimentazione in legno risulta ancora appiccicosa anche dopo la penetrazione del prodotto. Cercare di eliminare l’olio in eccesso con un panno privo di pelucchi. Se non è possibile, levigare nuovamente il terrazzo e riapplicare uno strato sottilissimo di olio.

Oliare il terrazzo: quanto tempo lasciarlo asciugare?

Quello che conta è che l’olio possa penetrare nel legno e che non rimane in superficie. Prima di utilizzare il terrazzo, accertarsi che l’olio sia penetrato bene. Per andare sul sicuro non calpestare il legno per 8 a 10 ore. In seguito il terrazzo può essere utilizzato come di consueto.

Il pavimento rimane bello a lungo se curato bene

Legno

2 volte l’anno; rimuovere lo sporco senza acqua, bagnare la terrazza e pulirla con una spazzola resistente, quindi oliare.

Resysta

Non trattato con velatura: acqua calda e spazzola, se necessario aggiungere del detergente. Trattato con velatura: acqua e panno/spazzola morbida.

WPC

Con acqua e sapone ad es. con un’idropulitrice (non deve superare i 200 bar), rimuovere i residui di acqua calcarea con aceto.

Disdetta avvenuta.