vai a coop.ch

Ritiro gratuito

Spedizione postale gratuita a partire da fr. 75.-

Diritto di restituzione di 30 giorni

Minimo 2 anni di garanzia

Ottobre

Il vostro giardino a ottobre

Preparare il giardino per l'inverno

Sono tante le varietà di frutta e verdura che maturano nel colorato autunno. Tuttavia, servono alcuni lavori in giardino affinché le piante da frutto e gli arbusti da bacca possano dare tanti frutti anche l'anno dopo. A ottobre, quindi, preparate il giardino per l'inverno in modo da evitare i danni da gelate. Già in questo periodo il freddo della notte potrebbe mettere a dura prova le piante non resistenti alle basse temperature. Seminando le nuove coltivazioni preparate il terreno al primo risveglio floreale della primavera.

I lavori del mese:

Informazioni generali

Analizzare il terreno: determinate tutti i fattori importanti per la crescita delle piante. Tra questi, il valore del pH così come il contenuto di minerali quali potassio, magnesio e fosforo sono molto rilevanti. Punto di partenza nell'analisi del terreno potrebbe essere l'impiego mirato di concimi e l'arricchimento del terreno con substrati speciali.

Migliorare la qualità del terreno con il sovescio: il momento più adatto per migliorare la qualità del terreno stressato è in autunno, dopo il raccolto. Il sovescio deposita sostanze nutritive nel terreno, tiene lontani i parassiti e impedisce alle erbacce di infestare le aiuole. Rivoltando la terra si apporta l'ossigeno e si impedisce alle copiose piogge autunnali di lavare via l'humus. Si piantano le cosiddette piante da sovescio, tra cui il trifoglio, il ravanello comune o i lupini. Le piante resistenti alle basse temperature come l'avena comune o la colza occupano le aiuole fino a primavera.

Nutrire gli uccelli: a ottobre, con le prime gelate notturne e la caduta delle foglie, le fonti di cibo per gli uccelli diminuiscono progressivamente. Avete pensato tutto l'anno a sistemare mangiatoie apposite, vero? Allora mantenete questa buona abitudine! Gli uccelli, infatti, fanno affidamento sui riferimenti abituali. In questo periodo accumulano risorse di grasso preziose per l'inverno. Ancor meglio sarebbe preparare mangimi diversi: gli uccelli che mangiano foraggio tenero preferiscono i fiocchi d'avena e la crusca mentre quelli che beccano i chicchi prediligono consistenze più grosse.

Orto e giardino aromatico

Conservare le erbe aromatiche: chi ha detto che in inverno bisogna rinunciare alle erbe aromatiche per preparare piatti saporiti e salutari tazze di tè? Raccogliete per tempo prezzemolo e simili, formate un bel mazzetto e appendetelo in un luogo fresco e asciutto.

Coltivare il rabarbaro: se avete intenzione di mangiare questo ortaggio a coste dal sapore acidulo in primavera, vi conviene piantarlo ora. Se coltivate il rabarbaro già da diversi anni, sappiate che per queste piante il mese di ottobre è il momento perfetto per separarle e cambiarle di posizione in modo da migliorarne la crescita.

Preparare la serra e un'aiuola calda: le serre e altri contenitori antigelo sono l'ideale per coltivare verdure e fiori tutto l'anno. Scartate le piante meno resistenti in modo da creare spazio e non offrire così appigli ai parassiti. Prima di sistemare le piante nel loro ricovero invernale, è necessaria anche una profonda operazione di pulizia. In questo modo si impedisce a parassiti e ad agenti patogeni di insediarsi.

Raccogliere gli ortaggi: raccogliete gli ortaggi prima che marciscano nell'orto e il gelo li renda non commestibili. Ci sono alcune varietà di ortaggi, per esempio alcuni tipi di cavoli, radici commestibili e porri, che si possono tranquillamente consumare anche in inverno, a condizione che vengano conservati in modo corretto. I posti più indicati sono quelli asciutti e bui. Oltre al silo sotterraneo, suggeriamo anche le cantine e le casette da giardino. La temperatura non deve superare i 10 gradi Celsius.

Frutteto

Coltivare gli arbusti da bacca: cosa si potrebbe piantare a ottobre? Una domanda di facile risposta per chi ama le bacche succose. Nel mese di ottobre, infatti, si può piantare la maggior parte di queste bacche tra cui uva spina, lamponi e more.

Compostare le foglie autunnali: a ottobre, il giardino si trasforma in una fonte preziosa per un terriccio ricco di humus grazie alle foglie cadute dagli alberi. Raccogliete il fogliame aiutandovi con un rastrello. Il lavoro diventa ancora più facile se usate un soffiatore-aspiratore elettrico. Iniziate versando solo piccole quantità di foglie sul compost. La trasformazione in humus avverrà più rapidamente in un silo per compost e tagliando le foglie con un trituratore.

Raccogliere e conservare la frutta: diversi tipi di frutta si conservano anche per svariati mesi. Provate a riporre la frutta in una cassetta di legno rivestita con la carta di giornale e sistemata in un luogo fresco, asciutto e protetto dai raggi diretti del sole. Mettete le mele a parte perché rilasciano sostanze che pregiudicano la conservabilità degli altri frutti e controllate regolarmente in modo da scartare subito la frutta andata a male.

Prelibatezze a base di frutta: per far durare ancora di più i frutti del vostro lavoro di un anno in giardino, provate a trasformarli. Succhi, frutta secca candita, confetture o frutta messa in conserva, le prelibatezze che si possono preparare sono pressoché infinite.

Raccogliere i frutti caduti a terra: non lasciate mai troppo a lungo la frutta caduta sul prato o nell'orto. La frutta marcia, infatti, non solo ha un cattivo odore ma attira anche i parassiti e offre loro riparo fino a primavera. Gettatela nel bidone dei rifiuti organici o versatela in piccole quantità sul mucchio del compost.

Potare i lamponi: una bella potata a queste piante in ottobre garantisce una crescita compatta e ricchi raccolti l'anno successivo. I rami vanno tagliati corti, a livello del terreno.

Giardino ornamentale

Coltivare le rose: piantate ora le rose in modo che crescano fino all'inizio dell'inverno. Mettendoli a dimora in autunno, i cespugli di rose fioriranno presto al termine della stagione fredda. Prima di procedere, immergete le radici per qualche ora nell'acqua in modo da non interrare piante assetate. La buca nella terra deve essere sufficientemente grande. Coprite il punto dell'innesto, un ingrossamento sopra le radici, con uno strato di terra alto circa 5 centimetri. Dovrete inoltre scegliere il substrato giusto in modo da stimolare la formazione delle radici. Per questo, vi conviene nutrire il terreno circostante con speciali terricci o concimi per rose.

Sopravvivere all'inverno: nel mese di ottobre, preparate il vostro giardino per l'inverno ed evitate che le gelate possano rovinare le piante. Alcune di esse, in particolare quelle appena seminate e quelle originarie dei Paesi del sud, sono molto sensibili al freddo. Per questo, ricordatevi di coprirle bene prima dei primi freddi con foglie, rami secchi o un grande telone di protezione.

Protezione invernale per i fiori: dalie e gladioli sono tuberose che non tollerano a lungo le fredde temperature invernali. Quindi, spostatele per tempo in un ricovero invernale come una serra o una cantina. L'ideale sarebbe un luogo buio con temperature di 5 gradi Celsius.

Piante perenni: chi allestisce ora un'aiuola con piante perenni già in primavera verrà premiato con un bel verde e piante rigogliose. Mischiate varietà diverse, alternando piante alte e basse darete una struttura particolare al vostro angolo «sempre verde».

Piantare i bulbi: create sin da ora i presupposti per delle meravigliose aiuole fiorite. Le piante bulbose saranno una presenza fissa nel vostro giardino tutto l'anno se saprete combinare le varietà tenendo conto dei diversi tempi di fioritura. I primi sono i narcisi e i tulipani, mentre tuberose come il colchico autunnale e l'anemone giapponese chiudono la stagione. Se i bulbi sono stati conservati a lungo, una volta piantati nell'aiuola andranno concimati.

Piantare le latifoglie: l'autunno è la stagione ideale per queste piante. Una volta perse le foglie, le latifoglie possono concentrare le proprie forze e generare nuove radici.

Protezione antigelo per le piante da vaso: spesso nei vasi non c'è terriccio a sufficienza per proteggere le radici dal freddo. Se poi i vasi si trovano in giardino, a ottobre è il momento perfetto per proteggerli dalle temperature basse. Spostate i vasi in un ambiente più caldo come una cantina, un garage, una serra o vicino alle pareti di casa. Esistono anche teloni di protezione da utilizzare nelle gelide notti invernali.

Balconi e terrazzi

Piante autunnali e invernali: molte piante sempreverdi si mostrano in tutta la loro bellezza proprio in autunno e resistono anche all'inverno. A creare belle note di colore nelle fioriere appese ai balconi ci pensano le bacche rosse della Gaultheria e i fiori dell'erica. Nei vasi per esempio potete mettere piante resistenti alle basse temperature come i bossi e le conifere.

Protezione per le piante da vaso: proteggete le piante sensibili alle basse temperature dai danni delle gelate. Sarebbe davvero un peccato, se un ulivo o un oleandro non superasse l'inverno. Non dovrete trapiantarli in una serra, ma semplicemente coprirli con rami secchi o un telone invernale.

Il giardino in casa

Mettere al riparo le piante da appartamento: durante i mesi caldi hanno potuto crescere rigogliose all'aria aperta. Tuttavia, nel mese di ottobre balcone e giardino non sono più adatti per le piante da appartamento. Quindi, riportatele in casa prima delle prime gelate notturne. È molto importante controllare tutte le piante per vedere che non siano state infestate da parassiti o colpite da malattie fungine. Talvolta le piante sono cresciute un po' troppo, in questo caso occorre potarle con un paio di cesoie per sfoltirle e creare spazio.

Un po' di verde per la casa: in inverno, palme e altre piante mediterranee possono contribuire ad abbellire la casa. Pratici utensili da giardinaggio come una paletta per fiori e sradicatore facilitano molto il lavoro di rinvaso. Mentre i coprivasi decorativi danno brio all'arredamento di casa.

Cura del prato

Tagliare il prato: l'erba continua a crescere nonostante le temperature in calo. Per l'ultima volta nell'anno tagliate il prato fino a 4 centimetri. Tagliare serve a impedire che il prato si danneggi sotto il peso della neve e a prevenire le malattie delle piante.

Protezione delle piante e consigli bio

Combattere le lumache: insieme ai preparativi per l'inverno setacciate il terreno in cerca di depositi di uova. In men che non si dica queste uova bianche come le perle e grandi come una capocchia di spillo si trasformeranno in animali voraci capaci di invadere le aiuole di fiori e ortaggi. Se dissotterrerete le uova, farete felici gli uccelli che così avranno una scorta di grassi per l'inverno imminente.

Creare le tane per i ricci: già adesso questi animaletti ricoperti di aculei si mettono alla ricerca di un riparo tranquillo e protetto dal vento e dalle intemperie. Offrite loro una casetta per ricci che sistemerete in un luogo tranquillo.

Disdetta avvenuta.