vai a coop.ch

Ritiro gratuito

Spedizione postale gratuita a partire da fr. 75.-

Diritto di restituzione di 30 giorni

Minimo 2 anni di garanzia

Novembre

Il vostro giardino a novembre

Ecco cosa fare

Quando il dorato ottobre lascia posto a giornate sempre più buie e fredde e la pioggia scende più copiosa, significa che l'anno sta volgendo al termine. Novembre è l'ultimo mese utile per preparare il vostro giardino e i relativi accessori all'inverno.

I lavori del mese:

Informazioni generali

Prevenire i danni causati dal gelo: di solito nel mese di novembre non è più necessario bagnare le piante. Ci pensa la pioggia ad annaffiarle per bene. Svuotate le botti dell'acqua piovana e chiudete i rubinetti in giardino in modo che l'acqua non congeli.

Pulire e ritirare gli attrezzi: la stagione del giardinaggio è ormai terminata e nello stesso giardino rimane ben poco da fare. Sfruttate quindi questo periodo per rimettere a posto gli attrezzi da giardinaggio per il prossimo anno. Prendete una spazzola o una spugna e lavateli con acqua calda. Disinfettate gli utensili da taglio per eliminare eventuali batteri e virus. Infine sistemate gli attrezzi da giardinaggio in casette da giardino o capanni per gli attrezzi in modo che siano al riparo dalle intemperie.

Effettuare un'analisi del terreno: solo conoscendo la qualità del terreno del vostro giardino è possibile prendere le misure necessarie per ottimizzarla. Nel mese di novembre è ancora possibile effettuare un'analisi del terreno. Stabilite il valore del pH, la tipologia del terreno, il livello di fosforo, magnesio, potassio e humus e scoprirete così di quale concime ha bisogno la terra.

Nutrire gli uccelli: l'inverno può rivelarsi molto duro per gli uccelli indigeni. Aiutateli in questa stagione iniziando già nel mese di novembre ad allestire in giardino delle mangiatoie. Installate delle casette per uccelli in modo da invogliarli a tornare.

Orto e giardino aromatico

Rigenerare le aiuole degli ortaggi: se iniziate già verso la fine dell'anno a preparare il terreno per la stagione successiva, ne ricaverete soltanto i risultati migliori.

Scartare gli ortaggi andati a male: controllate regolarmente il raccolto degli ortaggi e scartate immediatamente le verdure marce. In questo modo proteggerete le altre ancora in buone condizioni.

Frutteto

Piantare gli arbusti da bacca: avete tempo fino a quando la terra gela per piantare o trapiantare le bacche. L'altezza delle piante deve corrispondere a quella del vaso.

Potare gli alberi da frutto: la potatura giusta nel momento giusto blocca la nascita di germogli e garantisce raccolti più ricchi. Avete alberi da frutto nel vostro giardino? Allora novembre è il mese ideale per potarli con una cesoia.

Scartare la frutta andata a male: controllate regolarmente la frutta raccolta e scartate subito quella andata a male per evitare che contagi anche quella ancora buona.

Giardino ornamentale

Piantare le rose: piantando le rose a novembre, il roseto butterà le radici entro l'anno. Il buco scavato dovrà essere largo 40 cm circa e profondo quanto basta per consentire alle radici di muoversi liberamente prima di essere piantate.

Piantare bulbose e tuberose: nel mese di novembre potete piantare anche bulbose e tuberose come tulipani, narcisi e crocus purché il terreno non sia ancora ghiacciato. Otterrete così un gradevole effetto collaterale: il prossimo anno i bei fiori primaverili raggiungeranno prima il loro massimo grado di fioritura.

Piantare le piante ornamentali: anche le piante ornamentali, poco impegnative, come il bosso e la ginestra rientrano tra le varietà che potete tranquillamente piantare a novembre sempre che le condizioni del terreno lo permettano. Queste piante si rigenerano nei mesi invernali per poi germogliare presto l'anno successivo.

Potare le piante perenni: con i loro fiori dai colori vivaci le piante perenni rendono più bello il giardino in autunno. A novembre sono sfiorite e in alcuni casi già di color marroncino. Ora è il momento giusto per dar loro una spuntatina. In alternativa è possibile potarle anche in primavera. Una bella potatura stimola la crescita dei fiori.

Preparare le piante all'inverno: nel mese di novembre, le piante sensibili alle gelate hanno bisogno una protezione speciale per l'inverno. Preparatele alle basse temperature invernali coprendole con foglie, rametti, teloni speciali o con apposite pellicole di copertura.

Bagnare le piante sempreverdi: durante la stagione fredda, le piante sempreverdi sono minacciate da un fenomeno chiamato «appassimento invernale». Dal momento che le piante non possono assorbire acqua dal terreno ghiacciato, nelle giornate meno fredde dovreste bagnarle per scongiurare la tipica siccità invernale.

Balconi e terrazzi

Mettere al riparo le piante sensibili al gelo: le piante originarie delle regioni mediterranee come, per esempio, oleandri, ulivi, bougainvilleao agrumi, non tollerano le temperature sotto zero e per questo non possono essere lasciate all'aperto durante l'inverno. Si spiega così perché qui in Svizzera c'è l'abitudine di trapiantarle in mastelli in modo da poterle ritirare comodamente per la stagione fredda. Per l'inverno scegliete quindi un luogo fresco ma protetto dalle gelate.

Preparare le piante da balcone per l'inverno: le piante sensibili al gelo che solitamente crescono in vasi o fioriere sul balcone sono particolarmente sensibili al freddo dell'inverno. Poiché nel vaso intorno alle loro radici non c'è terriccio a sufficienza, qui sono meno protette dal gelo che nella terra. Coprite le piante sul vostro balcone con una protezione invernale come un telone di tessuto non tessuto o feltro in modo che possano superare facilmente i mesi più freddi.

Proteggere i mobili da giardino: di solito nel mese di novembre un giardino non è il luogo più adatto dove sedersi per una piacevole chiacchierata. È quindi arrivato il momento giusto per pulire i mobili da giardino e riporli in un luogo protetto. Per la pulizia vi basteranno un panno e dell'acqua calda, mentre per i mobili di legno una buona spazzola.

Bagnare le piante sempreverdi: in inverno anche le piante sempreverdi nei vasi o nelle cassette da balcone possono soffrire di «appassimento invernale». Dal momento che non riescono ad assorbire l'acqua nel substrato gelato, dovreste approfittare delle giornate meno fredde per bagnarle bene.

Il giardino in casa

Ritirare le piante da appartamento: avete ancora qualche pianta da appartamento all'aperto? Allora affrettatevi a riportarle in casa, non perdete altro tempo. Però, prima di risistemarle in casa, controllate che non abbiano parassiti né malattie. Una ciotola o un coprivaso adatto sono le due soluzioni migliori per far superare l'inverno alle piante da appartamento. Passando attraverso un foro nel vaso della pianta, l'acqua versata si raccoglie nel coprivaso evitando così i ristagni.

Cura del prato

Togliere le foglie secche dal prato: un prato ricoperto di foglie è un terreno fertile per muffe e altre malattie fungine. Per questo è opportuno rimuoverle regolarmente per esempio con un soffiatore-aspiratore.

Curare il prato: la prossima primavera vi piacerebbe avere un prato bello e in salute? Allora iniziate a prendervene cura in autunno. Con il concime giusto il prato supererà brillantemente l'inverno e in primavera crescerà rigoglioso. Fate solo attenzione a non concimare quando piove. Per essere sicuri che il concime si sciolga completamente, alla fine dovrete ricordavi di irrigare bene il prato.

Protezione delle piante e consigli bio

Combattere le lumache: questi animaletti voraci che ogni estate vi rovinano le aiuole, vi fanno arrabbiare ogni anno? Se durante la bella stagione preferite rinunciare agli insetticidi, allora vi converrà iniziare la vostra lotta contro le lumache già a novembre. Eliminate tutte le uova delle lumache che riuscite a trovare oppure datele come cibo agli uccelli.

Verificare la presenza di mummie sugli alberi da frutto: spesso succede che i frutti non cadono dall'albero, ma rimangono appesi e progressivamente si seccano. Controllate che sugli alberi non siano rimasti frutti mummificati e in caso rimuoveteli immediatamente perché possono trasmettere agenti patogeni.

Disdetta avvenuta.